La solidità è un miraggio?

dicembre 12, 2018 0 Di PapS77

night-photograph-2183637__340

Il discorso che vi propongo parla della coscienza, la creatività e il cervello.

Se avete una coscienza delle dimensioni di una pallina da golf, quando leggete un libro avrete una comprensione delle dimensioni di una pallina da golf, quando guardate all’esterno avrete una consapevolezza delle dimensioni di una pallina da golf, e quando vi svegliate al mattino avrete uno stato di vigilanza delle dimensioni di una pallina da golf.

Ma se potete espandere quella coscienza, e poi leggete un libro, avrete più comprensione, se guardate all’esterno avrete più consapevolezza e quando vi svegliate sarete più vigili.

Questa è coscienza, e c’è un oceano di coscienza pura e vibrante all’interno di ognuno di noi.

Si trova proprio alla fonte e alla base della mente, proprio alla fonte del pensiero, ed anche alla fonte di tutta la materia.

Non c’è alcuna materia in quanto tale, tutta la materia origina ed esiste solo in virtù di una forza che porta la particella di un atomo allo stato vibrazionale e che tiene assieme questo piccolissimo sistema solare dell’atomo. Dobbiamo assumere, dietro a questa forza, l’esistenza di una mente cosciente ed intelligente, questa mente è la matrice di tutta la materia. – Max Planck-

La materia sembra un buon punto da cui iniziare, la solidità del mondo sembra totalmente indiscutibile, come una cosa fissa che si può vedere e toccare.

Anche il vostro corpo vi assicura che siete solidi, ma a cominciare da Einstein, la fisica moderna ci ha assicurati che questa solidità è un miraggio.

Tutta la materia fisica, tutto ciò che abbiamo intorno a noi, è il risultato di una frequenza. Ciò significa anche che se si amplifica la frequenza, la struttura della materia cambierà.

Questo sistema indipendente è un ologramma, è ciò che Bruce Lipton chiama il “Super Ologramma”.

Ogni cosa al suo interno è un’espressione dell’ologramma. Una delle caratteristiche maggiori di un ologramma è che ogni parte di un’immagine olografica è una versione più piccola dell’immagine intera.

Come se la realtà fosse così connessa che quando se ne osserva una piccola parte si possono vedere cose di altre parti, il tutt’uno è contenuto in una parte.

Ed in un certo senso si può dividere la realtà, perché stiamo tagliando un ologramma, non possiamo sapere dove si trova una particella perché è sempre un riflesso di tutte le particelle.

In un ologramma l’intero modello è integro e completo di per sé e se dovessimo prendere qualsiasi porzione di questo intero, ed esaminarla da vicino, vedremmo l’intero modello ripetersi continuamente.

Ovunque in questo modello, se dovessimo cambiare un solo piccolo aspetto anche di uno solo di questi ologrammi, quel cambiamento si rifletterebbe sull’intero sistema.

La fisica quantistica ha rivelato ciò che sapevano gli antichi maestri. La materia non esiste. Il concetto di “sostanza” sorse dalla filosofia di Aristotele, e da quel concetto derivò il concetto di “materia” della scienza.

Il fatto è che in realtà la sostanza dell’Universo è la coscienza. Credere che la sostanza dell’Universo sia la materia porta a ciò che viene chiamata “dicotomia paura-avidità”, in cui le persone, nella loro silenziosa disperazione, tentano di accumulare quanti più averi e ricchezze materiali possibili.

Nella realtà dei fatti la sostanza dell’Universo è la coscienza, quindi ciò che è importante è il comportamento. Se si entra nei reami della paura, la percezione al suo interno è diversa; la paura è uno stato vibrazionale molto lento e denso.

Più s’incorpora la paura ( e questo sistema manipolato è globalmente strutturato per intimorirci, stressarci, farci preoccupare del futuro e farci sentire in colpa per il passato, figuriamoci per il presente), ci porta in uno stato vibrazionale lento.

Dovremmo stare molto attenti a ciò che crediamo sul futuro. Più ci si aggrappa ad un sistema di convinzioni e più ( se la realtà è olografica) si aiuta a crearla, credendoci.

Il grande chiaroveggente Edgar Cayce disse che ogni nostro pensiero crea la realtà, e ogni nostro pensiero è come un ragno, siamo come ragni che tessono la tela e quella tela diventa sempre più grande.

L’informazione è la chiave, perché questa Matrix, questa realtà illusoria che pensiamo sia vera è sostenuta dall’informazione.

L’informazione crea frattali, dato che il flusso d’informazioni incrementa il numero di frattali, un incremento matematico. Ciò fu dimostrato da un matematico chiamato Theodore Gordon.

I frattali sono funzioni imprevedibili, per cui le cose stanno diventando sempre più imprevedibili. Quando si inizia ad entrare in merito alla teoria dei frattali e del caos, quando si considera ciò in termini di società, è qui che tutto inizia ad incrociarsi con i cosiddetti Illuminati o l’Elite negativa, i leader mondiali con la loro filosofia di “Ordine dal Caos”.

C’è della verità in questo, nel senso che quando il sistema diventerà altamente destabilizzato, si avranno spostamenti casuali che inizieranno ad auto-organizzarsi in una complessità più elevata.

A livello sub-atomico, la realtà si comporta in accordo con l’aspettativa dell’osservatore, o il misuratore, lo scienziato. Ciò è notevole perché ogni cosa nell’Universo è composta da variazioni sub-atomiche.

Questi atomi sono particelle che ruotano a velocità fulminee intorno ad enormi spazi vuoti. Le particelle non sono oggetti materiali, sono fluttuazioni di energia ed informazione in un gigantesco vuoto di energia ed informazione.

Ciò che sta ora mostrando la scienza è che quando si varia il campo in cui si trova l’atomo, si varia l’atomo, e noi siamo composti da quegli atomi. Quindi abbiamo sentimenti nei nostri cuori, stiamo cambiando il campo che connette ciò che costituisce ogni cosa, stiamo letteralmente alterando la nostra realtà fisica.

Una volta che si stabilisce la realtà in cui viviamo, e la natura di ciò che è il corpo fisico (è un computer biologico), e la natura di ciò che siamo noi (ovvero la coscienza), e poi s’inizia a considerare il modo in cui questo mondo è strutturato, come funziona e perché fanno questo o quello, diventa chiarissimo il motivo per cui il mondo è strutturato così.

Perché le persone guardano attraverso i loro occhi e pensano che quello che vedono sia il mondo vero, ma non è così; quello che vedono è solo una minuscola gamma di frequenze all’interno di un campo energetico infinito e di infinite gamme di frequenze.

Fondamentalmente è come un canale televisivo olografico, è l’atto della coscienza che difatti crea i componenti di cui è composto l’Universo.

Non si può immaginare un Universo che esiste senza di noi, perché è il nostro atto di osservare il mondo intorno a noi che crea, che ci permette di creare mentre viviamo, in un Universo partecipativo.

Potremmo non trovare mai il confine del nostro Universo, mentre cerchiamo di definire cos’è, potremmo non trovare mai la particella più piccola, nel mondo quantico, per capire di cosa siamo fatti, e questo perché ovunque noi guardiamo, ovunque la coscienza esplora con l’aspettativa che qualcosa sarà lì, quell’esplorazione, quell’atto di guardare, l’osservazione, è l’atto che crea quel qualcosa affinché lo vediamo.

Noi stiamo difatti costruendo questo Universo mentre viviamo. La coscienza è il linguaggio di programmazione dell’Universo. Siamo conduttori di coscienza, questo è ciò che facciamo, questo è ciò che siamo.

La coscienza giunge attraverso noi, viene emanata da noi. Siamo noi creatori, siamo noi quelli presi di mira su questo pianeta perché siamo quelli che trasmettono la realtà, così come fanno tutti gli altri.

Se si spegne il cervello e si viene risucchiati nell’illusione dei media ufficiali, dobbiamo capire che ci stanno usando perché noi creiamo la realtà, quindi se siamo manipolati in un certo modo e veniamo modulati in un certo modo, allora la nostra creazione non sarà più nostra, ma di qualcun altro.

Cosa succede se facciamo tutti quanti lo stesso pensiero in una stanza? L’afferrare e il prendere il controllo della realtà, secondo la fisica quantistica, ma anche secondo le leggi universali, delle cose dal livello quantico in su, dal livello molecolare in su, funziona che quel pensiero crea la realtà.

Stiamo tutti avendo a che fare con qualche tipo di sistema d’apertura che può essere “hackato”, usando le parole e i pensieri. Il mondo è come un giro di giostra in un parco giochi, e quando scegli di salirci credi sia reale, perché le nostre menti sono molto potenti.

La giostra va su e giù e gira intorno, ti fa tremare e rabbrividire ed è coloratissima e molto rumorosa. Ed è divertente per un po’, alcuni ci sono sopra da tanto tempo e cominciano a chiedersi se quella è la realtà o è solo una giostra.

Altri si sono ricordati e vengono da noi per dirci di non preoccuparci e di non avere paura perché questo è solo un giro di giostra!

Scarica il mio super-report

MENTE SANA IN CORPO SANO

cropped-cropped-MENTE-SANA-CORPO-SANO